E’ stata pubblicata sulla Gazzetta ufficiale del 18 gennaio la Legge 221 del 28 dicembre 2015 cosiddetta “Collegato ambientale” alla legge di stabilità il 2014, recante “Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e il contenimento dell’uso eccessivo di risorse naturali”, che introduce misure in materia di tutela della natura e sviluppo sostenibile, valutazioni ambientali, energia, acquisti verdi, gestione dei rifiuti e bonifiche, difesa del suolo e risorse idriche.

La Legge è entrata in vigore il 2 febbraio 2016.

Tra le misure più rilevanti e attese per la difesa del suolo e la prevenzione del dissesto idrogeologico, c’è lo stanziamento di 100 milioni per la creazione del Fondo per la progettazione degli interventi contro il dissesto idrogeologico, destinato a velocizzare la predisposizione del Piano nazionale contro il dissesto idrogeologico che favorirà le necessarie attività progettuali e la riorganizzazione dei distretti idrografici.

Sempre sul fronte delle risorse impiegate, si segnala lo stanziamento di 11 milioni di euro per l’abbattimento degli edifici abusivi costruiti in zone a rischio, di 35 milioni destinati alle iniziative per la mobilità sostenibile e di 1,8 milioni di euro per le Aree marine protette, assieme al credito d’imposta per le imprese che lavorano alla bonifica dall’amianto su beni e strutture produttive.
Nel complesso, il pacchetto prevede molteplici disposizioni di interesse ambientale, intervenendo sulla valutazione di impatto ambientale, sulla gestione dei rifiuti, sulla cosiddetta blue economy, sugli appalti verdi oltre a un corposo gruppo di norme dirette a promuovere il recupero e il riuso della materia, accanto a incentivi  la differenziata, per sostenere la crescita dell’economia circolare.

Ecolution si occupa da tempo delle problematiche che le aziende devono affrontare nel campo ambientale.